SEZIONE A.I.A. DI BERGAMO VIA GLENO 2/L 24125 BERGAMO c.f. 95214610164
Copyright © Riservato ogni diritto ed utilizzo
LA NOSTRA STORIA
Stagione   sportiva   1920-1921:   un   gruppetto   di   persone   unite   dalla   comune, grande,   indescrivibile   passione   di   «farel’arbitro»   si   riunice   e   fonda   la   Sezione bergamasca   degli   arbitri   di   calcio;   stagione   1980-1981   la   Sezione   dell’   A.I.A.   di Bergamo   festeggia   il   suo   sessantesimo   di   vita   inaugurando   ufficialmente   la nuova sede nei locali dell’ ex Lazzaretto. Sessant’   anni   di   vita:   quanti   nomi   di   colleghi,   quante   gare,   quanti   fatti simpatici   legati   al   ricordo   di   quella   particolare   partita;   una   storia   di   molti uomini,    gli    arbitri    bergamaschi,    che    per    riflesso    è    la    storia    di    moltissimi Bergamaschi,   gli   atleti   ed   i   responsabili   delle   diverse   società   che,   grazie   alla presenza        fondamentale    ed    insostituibile    dell’    arbitro    ,    hanno    potuto realizzare   nel   modo   più   corretto   e   completo   quel   grande   sport   che   il   calcio   è stato   e   continua   ad   essere.   Per   cercare   di   capire   come   si   sia   costituito   in   città il   gruppo   degli   arbitri   di   calcio,   è   necessario   tornare   con   la   mente   agli   anni 20:    esistono    fra    città    e    provincia    cinque-sei    «pioneri»    che,    per    hobby utilizzano   il   loro   tempo   libero   offrendosi   a   questa   o   a   quella   società,   a   questo a quell’ oratorio per dirigere gare di calcio. L’   esiguità   dei   non   sempre   garantiti   compensi,   le   difficoltà   ed   i   rischi che   essi   incontravano   nel   dirigere   quelle   gare,   ci   fanno   ben   dire   che   l’unica motivazione   alla   base   di   quella   loro   libera   attività   fosse   la   «passione»   di   poter svolgere le mansioni arbitrali. Uno   di   loro,   Umberto   Battaglia,   di   professione   impiegato   alle   Poste Centrali,   pensò   di   raggruppare   e   di   coordinare   quei   volenterosi;   fu   questo l’inizio    di    una    attività    comune    che    andò    sempre    più    plasmandosi    grazie soprattutto   all’   azione   di   Lorenzo   Bottelli   che   di   fatto   è   il   fondatore   della sezione    degli    arbitri    di    calcio    bergamaschi,    ufficialmente    costituitasi    nella stagione 1920-1921. Il     primo     impegno     che     la     costituita     sezione     volle     realizzare     fu l’organizzazione   del   primo   corso   per   arbitri   di   calcio   che   appunto   si   tenne   fra gli ultimi mesi del 1920 e i primi mesi del 1921. La   commissione   che   la   F.I.G.C.   inviò   a   Bergamo   per   gli   esami   era   così composta:    Presidente    l’    Avv.    Giovanni    Mauro    (presidente    Nazionale    della F.I.G.C.):   componenti   di   commissione:   l’arbitro   internazionale   Arturo   Gamma di Milanoed il Comm. E. Gaudenzi (Segretario nazionale della F.I.G.C.). Le   lezioni   del   corso   e   gli   esami   finali   si   tennero   in   città   presso   il   Bar Elefante    di    via    T.    Tasso,    non    disponendo    ancora    la    Sezione    di    una    sede propria. La   presenza   a   Bergamo   di   così   illustri   e   quotati   rappresentanti   della Federazione   indusse   il   Bottelli   a   convocare   la   prima   assemblea   sezionale   che in    quella    occassione    elesse    il    primo    consiglio    direttivo    della    Sezione    che risultò    così    composto:    Presidente:    Lorenzo    Bottelli,    Segretario:    Severino Canavesi, Cassiere: Rino Lupini. Ormai   la   Sezione   era   nata,   i   quadri   dirigenziali   erano   completati   e   così ebbe   inizio   il   lavoro   di   organizzazione   degli   arbitri,   di   reclutamento   di   nuovi colleghi   per   garantire   continuità   e   vita   al   gruppo   arbitrale   bergamasco,   uno dei primi, se non il primo, fra quelli costituiti in Italia. Ma   veniamo   all'elenco   dei   Presidenti   della   sezione   di   bergamasca   dell' A.I.A. Lorenzo Bottelli, Umberto Battaglia, Rino Lupini, Umberto Zanchi, Luigi   Perani,   Enrico   Savi,   Vittorio   Merelli,   Giancarlo   Maestroni,   Maurizio Trussardi,    Gino    Lastri,    Angelo    Marchesi,    Attilio    Belloli    &    Gianmaria Fumagalli, Juri Redondi, Paolo Donini. E'    a    queste    persone    che    dobbiamo    rivolgere    la    nostra    più    sincera riconoscenza   per   aver,   prima   ispirato   e   avviato   la   vita   della   Sezione,   dopo guidato   e   organizzato   con   tanta   serità   ed   amore   una   Sezione   a   cui   dobbiamo essere orgogliosi di appartenere. Due   date   attuali   molto   importanti   sono   quella   del   22   ottobre   2016 quando    la    sezione    di    Bergamo    si    trasferisce    dopo    tanti    e    lunghi    anni    di trattative,   nella   nuova   sede   della   Casa   dello   Sport   di   via   Gleno   2/L   e   quella del   17   giugno   2017   quando   viene   inaugurata   ufficialmente   la   sezione   da parte del presidente A.I.A. Marcello Nicchi.